Ariccia, un luogo da visitare

Ariccia, un luogo da visitare

ARICCIA

È il comune dove operò con le sue straordinarie opere Gian Lorenzo Bernini, ricordiamo Palazzo Chigi e Piazza di Corte. Ma è anche il paese della porchetta, alla quale è dedicata la celebre Sagra che si tiene ogni anno nel mese di settembre. Ariccia è un punto focale dei Castelli Romani, sia per quanto riguarda i collegamenti, sia per la storia e la cultura che da essa emanano come ci rivelano il santuario dedicato a Santa Maria di Galloro e il famoso “ponte” su Vallericcia.

ariccia

Ariccia sorge lungo la Via Appia, a metà strada fra i laghi Albano e di Nemi, ed è caratterizzata dal punto di accesso costituito dal monumentale Ponte di Ariccia, da considerarsi una tra le più importanti opere di ingegneria del XIX secolo. L’attuale Comune si è sviluppato intorno all’originario Borgo medioevale, costruito su uno sperone roccioso che si affaccia verso la boscosa Valle Ariccia, antico bacino lacustre prosciugato dove si trovano i resti della città latina di Aricia, che oggi ne testimoniano l’antichissima storia.

Ariccia è rinomata per i grandi interventi seicenteschi che ne hanno trasformato l’aspetto architettonico: il genio barocco di Gian Lorenzo Bernini realizzò infatti qui lo straordinario complesso urbanistico dell’attuale Piazza della Repubblica, già nota come Piazza di Corte, sulla quale si affacciano l’importante Palazzo Chigi e la monumentale Collegiata di Santa Maria Assunta.

Insieme al pregio degli edifici storici ed al piacere del paesaggio, anche le specialità gastronomiche locali – come la rinomata porchetta di Ariccia e l’amabile vino dei Castelli – fanno di Ariccia una delle mete preferite dei Colli Albani, anche grazie al suo posizionamento, che la rende facilmente raggiungibile dai principali comuni castellani e da Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *